Salumi Casalinghi Forum - il Forum dei Salumi fatti in Casa e della Norcineria Sperimentale

Salumi Casalinghi Forum - il Forum dei Salumi fatti in Casa e della Norcineria Sperimentale
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | DISCUSSIONI RECENTI | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 I NOSTRI SALUMI
 Attrezzature, Tecniche Particolari ed Ingredienti
 Una rudimentale cella di stagionatura
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 2

Jasonmolinari
MODERATORE Sezione Internazionale


Stato: USA
Prov.: GA
Città: Atlanta


617 Messaggi

Inserito il - 05 feb 2013 : 03:55:59  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
500w mi sembrano un po' tantini!:)
comunque, si, si puo' usare una "lampadina" per terrarii, (dove vivono lucertole o serpenti). E' una resistenza di ceramica a forma di lampadina

Torna all'inizio della Pagina

Paolo Esse
AMMINISTRATORE



Stato: Italy
Prov.: Torino
Città: Torino - Genova


1869 Messaggi

Inserito il - 05 feb 2013 : 08:13:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
quote:
Originally posted by Jasonmolinari

si puo' usare una "lampadina" per terrarii, (dove vivono lucertole o serpenti). E' una resistenza di ceramica a forma di lampadina



Altre soluzioni possibili:

http://www.ippopet.it/index.php?module=NTCommerce&func=products_enum&cid=505



Paolo Sossai - SITE ADMIN

Torna all'inizio della Pagina

maxmiracoli
Utente


Stato: Italy
Prov.: italia
Città: gualdo


9 Messaggi

Inserito il - 05 feb 2013 : 21:13:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ciao vorrei alcune info forse sbaglio luogo ma ecco , ho notato che dopo tre settimane dall'inizio della stagionatura , le salcicce che stavano davanti hanno cominciato a presentare alcuni segni di muffa, invece quelle dietro presentano una patina giallina appiccicosa , l'odore in generale è buono , un amico mi detto di far circolare più aria , e che secondo lui sono troppo morbide , ne abbiamo sbucciata una una e mi ha detto che secondo lui sa ancora di carne secondo voi sto sbagliando qualcosa oppure è tutto ok caso mai domani vi posto delle foto dettagliate, nel frattempo ho spostato quelle dietro davanti e viceversa , aspetto trepidante una vostra risposta.
Torna all'inizio della Pagina

Paolo Esse
AMMINISTRATORE



Stato: Italy
Prov.: Torino
Città: Torino - Genova


1869 Messaggi

Inserito il - 05 feb 2013 : 23:11:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
quote:
Originally posted by maxmiracoli

nel frattempo ho spostato quelle dietro davanti e viceversa.



Che è la cosa migliore da fare, almeno inizialmente. Comunque se i salumi posizionati nella parte anteriore si coprono regolarmente di muffe, potrebbe bastare anche una ventola da computer posizionata nella parte posteriore, in basso, anche senza fori passanti e solo per movimentare un po' l'aria. Se questo non dovesse essere sufficiente, probabilmente occorrerà garantire la ventilazione in altro modo...


Paolo Sossai - SITE ADMIN

Torna all'inizio della Pagina

maxmiracoli
Utente


Stato: Italy
Prov.: italia
Città: gualdo


9 Messaggi

Inserito il - 07 feb 2013 : 08:10:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
vi posto queste tre foto in cui si vede questa patina giallina






e questa altre foto per darvi un idea della muffa presente in generale







che ne pensate

Torna all'inizio della Pagina

Alessandro
Amministratore


Stato: Italy
Prov.: Asti
Città: Asti


1512 Messaggi

Inserito il - 07 feb 2013 : 15:08:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La patina gialla è un problema legato ad una eccessiva umidita ed una scarsa ventilazione. Dai una ripulita con un panno umido (acqua e aceto) ai salami ingialliti e fagli rifare una mini stufatura (12 ore a temperatura ambiente), fino a quando il budello non sarà più appiccicoso (attenzione: non significa che dovrà essere asciutto!). Occorre arieggiare maggiormente la tua cella

Alessandro Morreale
Amministratore
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted



2 Messaggi

Inserito il - 23 feb 2013 : 02:21:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Buongiorno, volevo chiedervi un'informazione e sarei veramente molto grato a chi potesse darmi delle indicazioni. Sto pensando di trasformare un piccolo spazio all'interno della mia abitazione in una camera per la stagionatura di salumi e formaggi. Parliamo di circa 16 metri cubi da coibentare. Mi è stato suggerito di utilizzare per rivestire le pareti e il soffitto del polistirene espanso, da tassellare alla struttura muraria e da rasare per poi renderlo uniforme. Effettuando io i lavori sarebbe possibile spendere una cifra abbordabile. I miei dubbi, però, sono i seguenti:
1) tali materiali saranno idonei per questo tipo di attività? Non avranno problemi di cessione di sostanze volatili?
2) immagino occorra aggiungere un sistema di ventilazione tipo Vortex per garantire un corretto ricambio d'aria o sbaglio?
3) nonostante venga coibentato l'ambiente ed esso non sia direttamente esposto ai raggi solari, sarà necessario anche un sistema di refrigerazione, magari collegato con una termosonda, in grado di garantire che il range di temperatura non si discosti dai 10-14°C?
Prima di mettermi a fare calcoli con i vari coefficienti di conducibilità dei materiali e i parametri dati dall'esposizione volevo capire se comunque fosse possibile creare una cella di stagionatura in tale modo.
Grazie mille a chi mi saprà dare qualche delucidazione.
Marco Ciceri
Torna all'inizio della Pagina

Alessandro
Amministratore


Stato: Italy
Prov.: Asti
Città: Asti


1512 Messaggi

Inserito il - 24 feb 2013 : 23:33:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ciao,
si può creare una camera in tal modo e il polistirene espanso è un ottimo coibentante. Non vedo controindicazioni nel suo utilizzo ma sarebbe meglio rivestire le superfici della camera in modo da renderle facilmente pulibili: ad esempio con dei fogli di PVC, lamiera di acciaio o piastrellandole.
Per quanto riguarda il sistema di refrigerazione si potrebbe pensare all'utilizzo di un condizionatore a splitter a soffitto (che non punti direttamente sui salumi) ma la parte più critica sarà sicuramente il controllo dell'umidità.
Per far ciò penso che occorrerebbe usare uno o più umidificatori ad ultrasuoni e mantenere l'acqua di condensazione del cooler all'interno del locale.
Trattasi di idea mai testata: il tutto dovrebbe essere collaudato e/o confermato o smentito o perfezionato da qualcun altro

Alessandro Morreale
Amministratore
Torna all'inizio della Pagina

maxmiracoli
Utente


Stato: Italy
Prov.: italia
Città: gualdo


9 Messaggi

Inserito il - 21 mar 2013 : 07:53:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
a breve nuove foto sono riuscito a rimediare un frigo da bar quelli con la porta a vetro
Torna all'inizio della Pagina

Paolo Esse
AMMINISTRATORE



Stato: Italy
Prov.: Torino
Città: Torino - Genova


1869 Messaggi

Inserito il - 21 mar 2013 : 16:59:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
maxmiracoli ha scritto:

a breve nuove foto sono riuscito a rimediare un frigo da bar quelli con la porta a vetro


Ottima scelta, probabilmente la migliore per godere anche visivamente dell'evoluzione dei salumi senza affrontare la spesa di una cella di affinamento professionale


Paolo Sossai - SITE ADMIN

Torna all'inizio della Pagina

ennio
SAC


Stato: Italy
Prov.: Viterbo
Città: montalto di castro(vt)


72 Messaggi

Inserito il - 27 apr 2013 : 19:43:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ci sono delle risistenze con termostato che si usano per le incubatrici,che potrebbero andare bene per il problema della condensa.
Torna all'inizio della Pagina

hyb12
Utente


Stato: Italy
Città: alessandria


12 Messaggi

Inserito il - 29 nov 2014 : 17:21:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ciao a tutti.
e' da una settimana che lotto con un frigo da utilizzare per stagionare la bresaola che sto preparando.
sono riuscito ad arrivare a questi valori,misurati con un termoigrometro uguale a quello di Alessandro.
max 10.5 gradi 90% umidità',minimo 7.5 57% umidità'.
dentro c'e una ventola che fa solo girare l'aria,ho messo una scatola di legno per vedere se riesco a regolarizzare almeno un po' l'umidità'.
grazie per eventuali consigli.
buona giornata.
Torna all'inizio della Pagina

Alessandro
Amministratore


Stato: Italy
Prov.: Asti
Città: Asti


1512 Messaggi

Inserito il - 28 gen 2015 : 23:43:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
1) inserisci un igrostato che fa accendere il frigorifero appena l'umidità supera una certa soglia. A grandi linee funziona ma non risolvi il problema del ricambio di aria di conseguenza ti suggerisco il punto seguente

2) pratichi 2 fori, uno in alto ed uno in basso, al frigorifero. Al foro superiore applichi una ventolina da PC in modo che espella l'aria e la fai girare 2-3 volte al giorno. Il tempo di funzionamento è correlato all'umidità della cella e all'umidità dell'ambiente esterno.
Io ho adottato questa come soluzione definitiva e mi trovo bene, ottenendo un range di umidità che va dal 60 all'80%


Alessandro Morreale
Amministratore
Torna all'inizio della Pagina

r4d
Utente



Stato: Italy
Prov.: Treviso
Città: Treviso


1 Messaggi

Inserito il - 21 ott 2015 : 16:47:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ciao a tutti, tramite Google sono giunto in questo post.. e mi sono illuminato , vorrei proprio realizzare una cella di stagionatura come le vostre.

Ho qualche idea per il sistema di controllo, pensavo di utilizzare come controllore un https://it.wikipedia.org/wiki/Raspberry_Pi al quale collegare:

- Sonda di temperatura
- Sonda di umidità
- Relè di accensione compressore frigo
- Relè di accensione riscaldatore
- Relè di accensione ventole

Creando un semplice programmino, potrei fare una gestione automatica di tutti gli attori di questo sistema, inoltre sarebbe molto interessante salvare su un database temperatura ed umidità, diciamo una volta al minuto, così da poter consultare i dati e affinare le regolazioni, visualizzandole in un grafico come nell'immagine quì sotto.

Immagine:

54,08 KB

Altra cosa, non trascurabile, la possibilità di telecontrollo tramite internet di tutto il sistema.

Veniamo ai costi di realizzazione:

- Frigo usato : prezzo non definibile
- Raspberry (sufficente prima serie) : 35€
- Alimentatore : 5-8€
- Scheda microsd : 15-20€
- Sonda temperatura-umidità : 10-12€
- Relè, scatole, minuteria varia : max 30€
- Ventola PC : 5€

Diciamo che con una spesa tra i 100 ed i 150€ dovrei reperire tutto il necessario (frigo escluso) alla realizzazione del mio progetto!

Però ho bisogno di qualche vostro magico consiglio, mi metto alla ricerca di un frigo usato, meglio se privo di cella congelatore, devo tener conto di qualche cosa nella scelta? Ventilato, non ventilato, etc etc??

Inoltre i 2 fori, rimanendo sempre aperti, non producono un eccessivo scambio d'aria? Non sarebbe meglio escogitare delle serrandine che chiudano il tutto a ventole ferme?

Modificato da - r4d in data 21 ott 2015 16:49:39
Torna all'inizio della Pagina

Alessandro
Amministratore


Stato: Italy
Prov.: Asti
Città: Asti


1512 Messaggi

Inserito il - 21 ott 2015 : 23:25:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ciao,
direi che hai quasi detto tutto tu

Frigorifero: direi non ventilato poichè quelli a ricircolo d'aria e i no frost tendono ad abbattere troppo l'umidità, e a noi SAC l'umidità serve
Io ho utilizzato un frigorifero di quelli con lo scambiatore posteriore (in una foto si vedono le goccioline di condensa attaccate alla serpentina)

Fori: ho praticato due fori da 60 mm (non ho aggiornato la foto) e ad uno ho applicato una ventolina per PC che gira un paio di volte al giorno, estraendo aria dalla cella. Non ho messo le saracinesche perché non ci sono nel mio caso problemi di eccessiva circolazione d'aria, ad ogni modo, per rendere il sistema un po' più isolato dall'esterno si potrebbero mettere quelle a molla, che intervengono quando si crea una corrente d'aria.

Temperatura e umidità: devono prevedere una doppia soglia (minima e massima) onde evitare di mandare in loop il sistema
Ottima l'idea del database per monitorare l'andamento. Io metterei anche un paio di sonde ambiente.

Umidificatore ultrasonico, mi raccomando

Il riscaldatore non è necessario, tuttavia come predisposizione potrebbe essere utile.


Alessandro Morreale
Amministratore
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Salumi Casalinghi Forum - il Forum dei Salumi fatti in Casa e della Norcineria Sperimentale © 2007-2016 - PAOLO SOSSAI e EREDI - http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/ Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,54 secondi Sossai.net | Snitz.it | Snitz Forums 2000