Salumi Casalinghi Forum - il Forum dei Salumi fatti in Casa e della Norcineria Sperimentale

Salumi Casalinghi Forum - il Forum dei Salumi fatti in Casa e della Norcineria Sperimentale
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | DISCUSSIONI RECENTI | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Bibliografia e Cultura Materiale
 Cultura Materiale
 Andouille, 'Nduja e Salam d'la Duja.
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Paolo Esse
AMMINISTRATORE



Stato: Italy
Reg.: Torino
Città: Torino - Genova


1869 Messaggi

Inserito il - 26 feb 2012 : 18:16:34  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Quando si parla di 'nduja calabrese, si fa risalire il nome all'andouille, insaccato di trippa tipico della tradizione francese. E fin qui la storia è, o dovrebbe essere, piuttosto nota.
Ma esiste un "terzo incomodo", e cioè il "salam d'la duja", salamino piemontese vagamente simile (e, talvolta, del tutto simile) ad un cacciatorino conservato sotto grasso.
Nel caso del salame piemontese l'etimologia è abbastanza evidente: "duja" deriva dal latino "inducere" (introdurre) ed infatti duja in piemontese significa sostanzialmente "contenitore", con le varie sfumature determinate dalle altrettanto varie specificità territoriali: in alcune zone la duja è il "boccale", in altre è la "doga", e spesso indica l'intera botte nella quale viene conservato il vino.
Molto più difficile è stabilire se la 'nduja calabrese derivi il suo nome davvero dal francese come sembra essere ormai opinione diffusa, o se non abbia più semplicemente una derivazione latina, nel senso di carne "contenuta" in qualcosa, e quindi "insaccata".
Il fatto che i tre salumi: 'nduja, andouille e salam d'la duja, siano a tutti gli effetti salami con caratteristiche assolutamente diverse, suggerirebbe una autonoma origine della denominazione (seppure con comune matrice latina).
Interessante è, tornando alla definizione di duja (o douja) per indicare la botte, considerare qual è la parola spagnola utilizzata per definire gli insaccati. Come è noto si chiamano "embutidos", cioè "in buttis", che sostanzialmente significa "nella botte" (ed è, grosso modo, la stessa etimologia dell'italiano "imbottito").
Trovo abbastanza affascinante, da storico sociale, che alcuni salumi dell'area mediterranea abbiano nomi riconducibili ad una radice culturale comune, seppure differenziatasi così profondamente nel corso del tempo.

Paolo Sossai - SITE ADMIN

  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Salumi Casalinghi Forum - il Forum dei Salumi fatti in Casa e della Norcineria Sperimentale © 2007-2016 - PAOLO SOSSAI e EREDI - http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/ Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,16 secondi Sossai.net | Snitz.it | Snitz Forums 2000